Un Marzo pazzo di eventi a Bologna. Una finestra sulla Fiera del Libro per ragazzi 2014

Il Marzo bolognese  è stato un mese ricco di eventi a cui non potevamo mancare, inutile dire che c’è stato solo l’imbarazzo della scelta. Abbiamo ben cominciato l’8 Marzo, Festa della donna, prendendo parte allo spettacolo “Per il pane, per la Pace e per la libertà. La Resistenza è anche donna” realizzato dall’Associazione Culturale Youkali e dall’ A.N.P.I. del Quartiere Saragozza di Bologna, un musical messo in scena da Simona Sagone alternato alla lettura di Sara Graci del diario di sua nonna Lia, partigiana che è stata protagonista, insieme a tutte le altre partigiane, della Resistenza italiana durante la seconda guerra mondiale, con le musiche di Mirco Mungari, una giornata meravigliosa all’interno del Museo della Tappezzeria di Villa Spada prima e nel bellissimo Parco della Villa dove si trova il monumento alle 128 cadute partigiane poi; l’11 Marzo non ci siamo persi la presentazione del libro News (paper) revoltion presso la libreria Trame di Bologna in via Goito, un’ interessante e raccolta conferenza con Mauro Sarti,  docente di Comunicazione giornalistica dell’Università degli Studi di Bologna, Umberto Lisiero, autore del libro, ed il pubblico di addetti ai lavori e non sul tema dei nuovi media (Internet, la Rete, i Social Network), è stato approfondito il tema del cambiamento dell’informazione e della comunicazione con l’avvento di Internet e del rapporto tra giornalismo e il web in quest’ultimo quindicennio (fine anni’90 e il 2013). Rimando alla lettura del libro.

Nel mezzo ci siamo presi un momento di pausa per partire alla riscossa il 22 Marzo all’inaugurazione della mostra “La Camera dei Bambini. Giocattoli & arredi della Collezione Marzadori 1900-1950. La mostra, che dura fino al 14 giugno 2014, è a ingresso libero ed è possibile visitarla all’interno della Biblioteca Salaborsa, Piazza del Nettuno,3 dal martedì al venerdì dalle ore 10 alle ore 20 e di sabato dalle ore 10 alle ore 19. La presentazione del Catalogo della mostra è fissata per il 9 aprile alle 17:30  presso l’Auditorium Biagi della Biblioteca Salaborsa dove saranno presenti i curatori del catalogo della mostra, il collezionista, l’Università di Bologna e il presidente di BolognaFiere, ci saranno riflessioni e commenti sulle tematiche legate all’infanzia, giochi e giocattoli nei primi anni cinquanta del Novecento.

La mostra s’incontra subito al piano terra della Biblioteca dove ci sono arredi di camerette per bambini, letti, armadi, bauli, giocattoli e altri oggetti dai colori e dalle forme tipiche dell’epoca, la mostra continua al piano superiore dove si trova un piccolo padiglione allestito con gli arredi tipici della scuola a quei tempi, banchi di legno con seggiole, panche in legno a due posti, sedie e sedioline di diverse tipologie e grandezze, giochi pedagogici della Montessori. Insomma un tuffo in un mondo, quello dell’infanzia, e in epoca, gli anni ’50 del ‘900, tutti da riscoprire. Consiglio un bel tuffo nel passato!

Dal 22 al 27 Marzo Bologna ospita “Città del Libro per Ragazzi”, il programma di eventi collegato al Bologna Children’s Book Fair 2014. Bologna Children's  Book Fair

La prima grande novità di quest’anno, in cui la Fiera Internazionale del Libro per Ragazzi giunge alla 51esima edizione, è l’apertura delle porte al pubblico dei bambini e dei più giovani. Degna di nota è la prima edizione della “Settimana del libro e della cultura per ragazzi”, sita nel padiglione 33, dal titolo Non ditelo ai grandi, una straordinaria libreria internazionale e un’area adibita agli incontri e ai laboratori con gli illustratori.
Ospite d’onore di questa edizione 2014 è il Brasile al quale sono state dedicate due mostre, la prima ospitata dalla Biblioteca Amilcar Cabral, Le radici del Brasile: Africani ed Indigeni che racconta il ruolo della cultura indigena e di quella africana nel Brasile di oggi attraverso testi ed illustrazioni; la seconda ospitata dalla Biblioteca delle Donne, Come sono nate le stelle. Storie di leggende brasiliane.
Segnalo la mostra, Il Tesoro perduto, dedicata a Ugo Fontana e ai grandi maestri dell’illustrazione per l’infanzia che dopo i giorni della Fiera verrà allestita alla Pinacoteca di Bologna che la ospiterà per tutto il mese di aprile.
La fiera è una mostra-mercato che dura diversi giorni dove si concludono affari vantaggiosi e accordi economici per l’anno venturo, questo è la Fiera del Libro per ragazzi. Si un luogo fisico dove vengono proposte iniziative culturali dedicate al libro e alla letteratura per ragazzi, momenti di partecipazione attiva ai laboratori e di conoscenza e divertimento ma anche e soprattutto un mercato dove ad essere venduti non sono materialmente i libri ma i i copyright dei libri, ovvero i diritti di proprietà di un libro. In questo luogo si decidono quali libri verranno letti nell’anno successivo dai bambini e dai ragazzi. Un aspetto un po’ sconcertante ma solamente per chi probabilmente non è un addetto ai lavori. Io ho l’hobby della legatoria, ovvero l’arte di rilegare libri, e questo aspetto devo ammettere mi ha un po’ turbata soprattutto per la portata dell’evento. Un’area espositiva mastodontica di 20mila metri quadrati che ospita più di mille espositori provenienti da circa 70 paesi da tutto il mondo suddivisa in 6 macro aree, la Hall 33 “Don’t Tell the grown-ups” con il suo International Bookstore, la Hall 31 che ospita il Bologna Licensing Trade Fair di Germania, Gran Bretagna, Italia, Spagna e U.S.A., l’accoglienza che ospita the guest of honour Brazil e i vincitori di questa esposizione, BOP Bologna Prize, Bologna Ragazzi Digital Award e il Bologna Ragazzi Award. Le esposizioni proseguono al padiglione 25 con gli illustratori australiani, inglesi, cinesi ed americani con a seguire le opere esposte al padiglione 26  dove vicino ad uno stand italiano, quello di Sàrmede, abbiamo incontrato l’illustratore ferrarese Luigi Dal Cin i cui libri sono tradotti in più di nove lingue. Sempre nel padiglione 25 abbiamo incontrato lo stand di Alessandro Distribuzioni di via Del Borgo di San Pietro con l’iniziativa Mattoni a fumetti solidali per l’Emilia Romagna. Un’iniziativa partita nel 2012 supportata dal Comix Community prima e da Alessandro Distribuzioni dopo con Francesco Guccini testimonial. Il ricavato delle vendite, ciascun mattone d’autore 50€ per un totale complessivo di vendite di 350 pezzi circa, è devoluto in beneficenza alle zone terremotate dell’Emilia devastate dal sisma della primavera del 2012.
In verità abbiamo preso parte all’evento solo il penultimo giorno prima della chiusura. E’ stata una bellissima esperienza che mi piacerebbe rifare con la dovuta calma e il tempo dovuto per entrare nell’anima di questi libri, di queste immagini ed infine, ma non per importanza, di tutti quegli artisti che vi hanno partecipato, dando l’occasione al grande pubblico di beneficiare di questa mega esposizione dedicata al Libro per Ragazzi.

Abbiamo chiuso in bellezza il mese facendo un salto allo Spaghetti Open Data domenica 30 Marzo. Un raduno di persone che hanno messo a disposizione del grande pubblico e dei curiosi, come lo sono io, le loro competenze e il loro tempo per spiegare cosa sono gli open data, ovvero dati di dominio pubblico che possono essere utilizzati a fini di analisi e ricerche. Una risorsa che noi come M.a.S. (Media allo scoperto) cercheremo di sfruttare ed utilizzare nel nostro futuro lavoro di giornalisti ed in vista del festival del Festival Internazionale del Giornalismo di Perugia che si svolgerà dal 30 aprile al 4 maggio 2014.
VB